Virbac Italia - Per i Medici Veterinari
Articoli

Come misurare la riuscita di un programma di gestione del colostro

2020/07/08

Risultato 0 (0 Voti)

Obiettivo di un programma di gestione del colostro ben condotto è ottenere il trasferimento passivo dell’immunità a tutti i vitelli.

Questo si ottiene di solito se entro 6 ore dalla nascita ciascun vitello riceve una quantità di colostro pulito, di qualità elevata pari al 10% del suo peso corporeo.

È difficile garantire il rispetto di tutti questi importanti passaggi in un allevamento pieno di attività, per cui si raccomanda di controllare con regolarità la qualità della gestione del colostro misurando lo stato dei vitelli rispetto alle immunoglobuline (IgG) tra i 2 e i 7 giorni di vita.

Lo si può fare con facilità utilizzando un rifrattometro BRIX per misurare le proteine totali nel siero, che sono una stima affidabile delle IgG nel sangue dei giovani vitelli:

1. Prelievo di 2-5 ml di sangue da parte del veterinario.

2. Centrifugare il sangue per qualche minuto o lasciarlo a temperatura ambiente per 12-24 ore fino a quando non coagula separando il plasma sul fondo dal siero che rimane in superficie.

3. Con una pipetta pulita, prelevare alcune gocce del siero trasparente e deporle sul rifrattometro.

Il valore BRIX deve essere pari almeno all’8,4%

Al di sotto di questa soglia, la concentrazione delle IgG nel siero è inferiore a 10 g/l, il che configura un insuccesso del trasferimento passivo (FPT, Failure of Passive Transfer).

È importante sapere che non è possibile usare questo metodo nei vitelli alimentati con un sostituto del colostro o disidratati

In questi due casi, le proteine totali nel siero non sono un indicatore affidabile ed è necessario misurare direttamente le IgG.
Ciò può essere fatto con un kit per analisi in loco per la misurazione dei livelli delle IgG nel sangue.

 

Scarica il PDF

 

 

Tags :